ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
Salve Visitatore New posts New replies
1350517 Post - 158878 Topic - 220266 Utenti
Sito di escort incontri Italia. Donne, accompagnatrici, trans e escort forum per il tuo piacere - EscortA
Sito di escort incontri Italia. Donne, accompagnatrici, trans e escort forum per il tuo piacere - EscortA

Autore Topic: ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe  (Letto 15625 volte)

Offline carnevale

  • Super Hero
  • *****
  • Post: 909
  • Karma: +560/-56
Una precedente “Ali-na dagli occhi azzurri”, esitante creatura notturna piovuta nella periferia di Milano da qualche famiglia zigana della Romania, mi sembrò una delle ultime incarnazioni europee dell’umanità non-borghese rimpianta e preannunciata nei versi di “Profezia”, e le intitolai la discussione con la citazione pasoliniana. Questa nuova Alina dagli occhi azzurri è una magnetica ragazzona in cui si potrebbe vedere ancora una naufraga benigna, approdata con la sua scoppiettante spontaneità sensuale alle plaghe di un Occidente desolato, abitate da corpi isterizzati. Da subito, però, mi suscita felici ricordi di altra più facile ma degnissima poetica, quella della commedia erotica all’italiana, si voglia immaginare un film dal titolo come “La segreteria ci sta col presidente” o “La professoressa di geografia lo fa tirare a tutta la classe”.
La conosco in una notte di punta in cui sulla via Emilia e la Binasca regna un apparente deserto, dovuto in realtà all’eccesso di domanda che fa sparire le ragazze dalla strada in pochi attimi. La vedo che fuma, dopo qualche giro, provenendo dalla Valtidone, poco prima della rotonda di Francolino, alla tettoia della fermata degli autobus, coordinate circa 45.34 73 65, 9.2 81 389.
Dichiara 25 anni. Alta 1,73, dice lei, ma 1,70 glieli davo anch’io sicuramente, proporzionata, vestita con pellicciotto bianco, abito rosso (come l’intimo abbinato), di cui al momento vedo solo la minigonna, stivali neri: le bande orizzontali di colori molto contrastanti, compresa la carne delle belle cosce, esercitano subito molto richiamo su di me. Nuda scoprirà forme armoniose e gradevoli, con qualche morbidezza in particolare sul seno un po’ sottodimensionato rispetto al complesso, una seconda dove si sarebbe vista volentieri una terza soda. Viso ovale carino, sorridente, occhi azzurri, capelli neri lisci lunghi, con occhiali assai seriosi dalla montatura spessa. Eh sì, così è veramente la segretaria contegnosa che provoca tutto il giorno piegandosi in avanti a raccogliere i documenti nello schedario o accavallando le gambe alla scrivania ma poi la dà, o la pornoprof. dei film con Banfi e Alvaro Vitali che in gita finalmente conduce all’età adulta un’impacciata scolaresca dopo averla arrapata un anno intero.
Fa il pompino coperto a 20, il boccafiga a 30 (la soluzione d’ingaggio), il culo a 50, l’albergo a 100, ufficialmente non sono previste prestazioni scoperte.
È simpatica, racconta, chiede, fa complimenti discreti, ride di gusto alle battute. Mi dice fra l’altro di essere ucraina “filo-europea” (e io evito di guastare il clima dell’incontro svelandole le mie posizioni geopolitiche slavofile), tiene una rapida lezione di geografia circa la sua città natale e la sua collocazione rispetto al confine moldavo, forse anche per smentire l’ipotesi da me precipitosamente espressa che fosse rumena, ricorda di essere in zona da tre mesi ma con (evidente) esperienza pregressa, a Brescia.
Per l’imbosco lei per prima mi dice: “lo sai dov’è?”. In molti quindi avranno già capito: una stradina dell’area industriale utilizzata, adesso che le fabbriche chiudono, da quasi tutta …l’industria del sesso della Binasca. Infatti arriviamo e mi devo incolonnare a distanza di rispetto dietro ad altre due macchine ferme. Quella subito davanti a noi mi pare vuota, strano! “No, c’è la mia amica con un cliente”, mi fa esperta. Infatti, riemergendo dalle profondità della loro intimità, si staglia nell’oscurità dell’abitacolo una circospetta testolina bionda che, con movimento circolare a periscopio, perlustra rapidamente i dintorni e poi, rassicurata dall’identità complice del nuovo arrivato, si reimmerge, immagino nel pompino. Fantastico! E questo sarebbe accoppiarsi "ancora" come cani, invidiando i serragli del sesso di un polveroso passato o di qualche paese puritano e fondamentalmente sessuofobo del nord Europa, come scrive recentemente un illustre collega e amico? (Kraven carissimo, ti stanno fischiando le orecchie?) È invece la realizzazione, nella concretezza della materia, dell’utopia libertaria, “bellissimo: l’amore tutti insieme, l’amore collettivo”, per ricorrere alle parole della canzone “È sabato” di Gaber!
Rispetta questi spazi che usa, con una pur iniqua divisione delle scorie: la busta del preservativo e il fazzolettino della sua detersione li porterà via, il goldone sborrato e il mio fazzolettino li lascerà a me.
Si spoglia sotto, senza sfilare subito le mutandine, e sopra. Pompino non di virtuosismo, ma di energia, perché questo, come conferma nella scopata, è il suo carisma erotico, piuttosto che la tenerezza calorosa o la malizia libertina. Si mette in ginocchio sul sedile, attaccando una succhiata “di corpo” che coinvolge il movimento della testa e del busto: si segnalano i cambi di velocità, soprattutto quando l’erezione è completata e quindi lei lascia l’uccello alla sua perfetta verticale, reggendolo alla base e tuffandocisi sopra fino ad apprezzabile seppur non piena profondità, con uno scatto come a prendere la rincorsa. A tratti intervalla con strizzate di mano. Io intanto le tocco le tette e mi avvicino, restando all’esterno, al caldo della potta depilata con un po’ di ricrescita.
Per la scopata mi viene su lei sul sedile guidatore e, considerata la statura, apprezzo la disinvoltura con cui prende posizione. Umetta con la saliva ma la penetrazione è facile. Cavalca con forza incalzante sulle cosce, si avvinghia a me, mi guarda, simula i gemiti della passione, si bagna, e per fortuna, perché dandoci dentro così di sicuro, senza lubrificazione naturale, avrebbe cavato fuori il preservativo. Alla fine schiaccia con tutto il suo peso, avvolgendola con un movimento di bacino, la mia venuta. Il mio corpo è un arco di eros forse troppo teso dal vigore da lei sprigionato se, subito dopo aver scaricato, riprendendo posizione nel sedile portato di nuovo alla sua consueta verticale, avverto dolori muscolari nella parte posteriore della coscia, mentre divago sulle scintille che provoca l’incontro fra segni in opposizione zodiacale.
« Ultima modifica: 2016 Febbraio 01, 10:52:56 am da carnevale »


Offline mark.etto

  • Full Member
  • *
  • Post: 60
  • Karma: +25/-6
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #1 il: 2016 Febbraio 01, 11:27:39 am »
egregio carnevale un ennesimo plauso ai tuoi riferimenti e alla tua prosa.
scendero per strada in queste sere per farmi insegnare da questa professoressa!
ps che tu sappia le colleghe notturne come sono? io conosco la zona di giorno e la zona notturna attorno a Lacchiarella, merita arrivare fino a Melegnano? grazie
mark.etto

Offline Karzan

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 104
  • Karma: +56/-7
  • Omnia munda mundis
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #2 il: 2016 Febbraio 01, 12:47:11 pm »
Sommo Maestro; Esploratore e Scultore.

"Io dare te, mio K virtuale" :)

Karzan


Offline Panino76

  • Sr. Member
  • ***
  • Post: 441
  • Karma: +59/-74
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #3 il: 2016 Febbraio 01, 16:35:52 pm »
Carnevale sei mitico !! Tutte le vai a scoprire............K+

Offline ominona

  • Sr. Member
  • ***
  • Post: 261
  • Karma: +68/-31
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #4 il: 2016 Febbraio 01, 18:11:59 pm »

Carnevale sei mitico !! Tutte le vai a scoprire............K+

*scopare :D :D :D


Offline carnevale

  • Super Hero
  • *****
  • Post: 909
  • Karma: +560/-56
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #5 il: 2016 Febbraio 02, 09:27:14 am »
Grazie amici, bisogna dire che le ragazze vivaci ispirano racconti più divertiti e divertenti, nei prossimi giorni mi sa che dovrò farvi leggere anche qualche resoconto più burocratico.
Marketto, sto seguendo anch’io con piacere le tue imprese di Binasca notturne e diurne. Secondo me sì, una volta che sei a Francolino e non trovi o non sei contento di quello che trovi conviene allungare non solo fino a Melegnano, ma scendere verso sud per qualche rotonda di via Emilia fino a Sordio. Non c’è presidio continuo lungo la strada, ci sono anche dei buchi, ma nel complesso sono dislocate presenze varie e talvolta interessanti (e qualche pericolo, su cui sono stati aperte più discussioni di allerta). Io ho fatto la stessa cosa a ritroso la notte in cui ho conosciuto Alina, venivo dalla via Emilia, dove non c’erano disponibilità e ho risolto con qualche rotonda di Binasca. Per me è un po' lo stesso distretto erotico.

Offline kraven1

  • Sr. Member
  • ***
  • Post: 235
  • Karma: +41/-22
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #6 il: 2016 Febbraio 02, 17:53:23 pm »
tranquillo caro carnevale! sono sul pezzo! sai che seguo volentieri le tue beau jeste! ne approfitto per un saluto a tutti i colleghi strappamutande

Offline carnevale

  • Super Hero
  • *****
  • Post: 909
  • Karma: +560/-56
INTIMITÀ POSTERIORI 2
« Risposta #7 il: 2016 Febbraio 29, 19:07:18 pm »
Sotto lo pioggia battente che rende più intima la situazione, romantica ne conviene Alina, le propongo per la seconda volta l’anale. Per la seconda volta mi risponde che preferisce farlo in albergo, stavolta però insisto e allora va bene, proviamo. 50 ancora una volta non contrattati perché desidero calma e disponibilità.
Usiamo i miei preservativi. Esegue un pompino più dolce del solito, su mia richiesta, sempre con lo scopo di prepararmi senza spedirmi subito in orbita, soprattutto con lavorazioni di lingua a tornio sulla cappella, leccate dell’asta e saliscendi profondi. Quando sono bello pronto fa una strana prova per offrirsi alla sodomizzazione a missionaria, sedendosi e spalancando le gambe, un gesto non da lei, quasi da principiante. Non sono un contorsionista e la invito immediatamente a posizionarsi a pecora. Lei si sistema adesso molto bene, un ginocchio sul sedile passeggero reclinato, l’altro sul sedile guidatore sempre reclinato, distendendo il corpo, che apprezzo sempre di più, alta, snella, flessuosa, nello spazio intermedio, sopra il cambio. Come tutte, si raccomanda di fare piano, si irrora con il mio lubrificante, io ne spargo un po’ sul preservativo. Qui la sorpresa: ero sicuro di trovarmi di fronte ad una via aperta dal costante traffico e invece no, punto ma fatico ad entrare. “Mettimelo un po’ nella figa”, sospira. Quindi riprendo la piena eccitazione leccandole le chiappette candide e facciamo questa pecorina. Ho propiziato il momento del secondo tentativo ma ancora l’ingresso resiste. Torno a prenderla nella figa, è una bella pecorina per la visione piena delle sue forme e perché lei, inarcando la schiena, controspinge di bacino con partecipazione, ma non posso accontentarmi, anche visto l’extra pagato. Evidentemente, però, adesso è rilassata e pronta anche lei, perché al terzo tentativo, come nelle fiabe, la porta si apre. Lei accompagna l’entrata con un gemito, spingo a profondità intermedia mentre Alina simula in un modo così più discreto del suo solito che pare sincera. A quel punto tuttavia, dentro quell’orifizio più stringente di quanto immaginassi, sarò io a non resistere molto.
Mentre ci avviamo mi lusinga abilmente: “mi hai risverginato”. Le confesso che credevo di trovarlo più usato, “invece sei strettina”. Mi dice che non glielo chiedono spessissimo, una volta al mese stima (sottostima, sono convinto). “Va beh, ma tu hai esperienza!” obietto. Qui chiarisce un dato biografico da me equivocato: avevo capito che già a Brescia esercitasse, invece no, faceva un altro lavoro, nelle arti erotiche si adopera solo da qualche mese a Carpiano. Non riesco a trattenere un complimento, “allora sei un talento naturale”, per la complicità che ci mette ecc. ecc. E lei convinta, con entusiastico candore: “a chi non piace scopare?” Sì, è ovvio che è una risposta in copione, ma è un copione, sull'opposto versante, anche quello delle faccine apatiche, del fermo “io non godo mai con i clienti”, dello spento “per me è un lavoro”, e dal secondo nasce uno spettacolo più triste.
Giudizio di sintesi: ragazza dalla sensualità vivace, che tenendo più allenato il suo pertugio più recondito, magari con l’aiuto dei tanti filantropi senz’altro disponibili, guadagnerebbe la scioltezza che le occorre.
« Ultima modifica: 2016 Febbraio 29, 19:11:29 pm da carnevale »

Offline confine

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 134
  • Karma: +50/-60

Fa il pompino coperto a 20, il boccafiga a 30 (la soluzione d’ingaggio), il culo a 50, l’albergo a 100, ufficialmente non sono previste prestazioni scoperte.
È simpatica, racconta, chiede, fa complimenti discreti, ride di gusto alle battute. Mi dice fra l’altro di essere ucraina “filo-europea” (e io evito di guastare il clima dell’incontro svelandole le mie posizioni geopolitiche slavofile)


Mi reco in loco per intervistarla, attratto dalle idee dichiarate al collega, che dimostrano quanto milioni di suoi connazionali vogliano, una volta per tutte, decidere per sé il proprio destino e non farselo dettare dal presidente di un altro stato.
Per me era già ora tarda, dunque mi limito all'intervista e intervengo qui solo per registrare che la tariffa indicata dal collega per l'albergo è riferita alla mezz'ora, mentre per un'ora Alina ha richiesto 3VU+camera.

Peraltro, ripassando pochi minuti dopo (nel frattempo ho compiuto giro esplorativo su parte della Binasca, territorio per me finora completamente sconosciuto), non trovo più lei ma una ragazza bionda che, per la stessa tempistica e location (un'ora d'albergo), chiede addirittura 4VU+camera.

Tornando ad Alina, tematica del thread, mi riprometto di conoscerla presto più da vicino, non foss'altro che per rispetto profondo delle sue aspirazioni di libertà politica. Naturalmente, nel caso in cui concretizzassi questo incontro, ne riferirò ai colleghi tempestivamente.

Offline cunny77

  • Hero Member
  • ****
  • Post: 661
  • Karma: +135/-52
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #9 il: 2016 Maggio 26, 21:35:36 pm »
E' ufficialmente la mia nuova musa.
Anch'io ho fatto doppietta come lo stimato Carnevale, solo che io ci sono tornato solo dopo 2 sere.
La prima volta, appena l'ho vista coi suoi occhiali seduta alla fermata col suo intrigante stacco di coscia, mi ha dato subito l'impressione di una porno-segretaria; ma poi mi sono illuminato, ricordandomi di una porno-professoressa recensita dal nostro docente per eccellenza.

Sopraggiungendo da Binasco verso Melegnano, mantenendo la velocità di crociera sotto i 70 causa i soliti autovelox, do un'occhiata verso la famosa fermata dell'autobus. Vedo due ragazze, una bionda e una mora, quest'ultima occhialuta; mi giunge il ricordo citato prima e alla rotonda successiva torno indietro, la riguardo, accosto dalla parte opposta, faccio inversione e parte l'intervista.
Lei saluta subito con un gran sorriso, chiedo il menu e, alla domanda mia solita se si facesse toccare, mi risponde con un titubante: “Mhm, ma sì”. Le chiedo se è incerta e mi risponde di non preoccuparmi che si lascia toccare.

Si alza dalla panchina e subito ammiro le sue belle gambe lunghe. Eh, sì, è proprio bella alta!
Sale e mi chiede anche a me se so già dove devo andare; le rispondo negativamente, anche se avevo un presentimento dell'imbosco, ma essendo un bel po' di anni che non raccoglievo una donzella notturna in zona, ho preferito farle fare da navigatore gratis, come dice lei.
Si accomoda sul sedile un po' sul fianco cosicchè possa accavallare bene le gambe. Ovvio che non ho perso l'opportunità da accarezzarle la coscia chilometrica, ma al tempo stesso bella tornita, durante il viaggio.
Mi accorgo che è velata da collant che alla vista non mi ero reso conto. Chiedo subito se mi concederà un po' di tempo per il touch senza toglierli e acconsente.

Parla molto bene italiano e capisce anche parole che per altre OTR sarebbero complesse. Mi chiede come mi chiamo e poi lei si presenta come Alina dall'Ucraina in loco da circa 4 mesi, che sommati a quelli che ha detto a Carnevale, dovrebbero essere circa 7, ma fa nulla.
Quindi mi stupisco del fatto che sappia così bene il nostro idioma ma poi conferma anche a me che ha lavorato qualche anno a Brescia ma in altro campo. Mi dice anche di essere laureata (ormai la chiamo Prof.) e confermo età e altezza scritta nella prima recensione di questa discussione.
Tutto torna anche per quanto riguarda l'aspetto fisico anche se, secondo me, sulle gambe direi che è quasi marmorea mentre confermo un po' di morbidezza nella parte superiore, anche se il seno è bello consistente e a mio parere arriva almeno alla terza misura. Purtroppo unico dettaglio che non ho chiesto. Occhi verdi e non azzurri, al secondo incontro le ho chiesto di togliere gli occhiali per visionare il colore.

Arrivati all'imbosco, ovviamente per la zona molto a rischio, raddrizza la gamba accavallata e l'appoggia su di me così che io possa accarezzarla bene dalla caviglia fino all'inizio chiappa. Che spettacolo!
Ad un certo punto mi massaggia il pacco col piede, che si era denudato dalla scarpa, chiedendomi: “Come sta lui?”. Io: “Lui sta dritto già dal primo momento che ti ho vista” (colpo di fulmine). Lei: “E allora tiralo fuori, cosa aspetti?” Non si può negare che Alina sia molto simpatica, una vera intrattenitrice.
Ci spogliamo completamente, o meglio, lei quasi perchè scoprirà le tette facendo solo sfilare verso l'alto il reggiseno, tenendolo allacciato. Sotto invece starà completamente nuda.
Si mette in ginocchio sul sedile e io inizio a palparla ovunque dove mi capiti; le ciuccio bene entrambi i capezzoli che un po' s'inturgidiscono, ma non sono eccessivamente reattivi.

Lei si lascia fare nonostante avesse già pronto il preservativo. Quindi mi chiede se può iniziare e io la lascio alla sua interrogazione orale. Continuo a palparla dove più mi aggrada; cerco il clitoride con le dita, non nego con qualche difficoltà, perchè noto che fa un po' fatica ad inumidirsi. Provo anche leccandomi le dita, ma si asciuga rapidamente.
Intanto il BJ è ottimo, l'unica pecca è che ogni tanto si sentono i denti ma non eccessivamente, insomma, non fa male. Le mani le tiene al posto giusto, una alla base del fratellino e a volte sulle palle, con l'altra ti accarezza interno coscia e a volte il petto. Niente male direi.
Va avanti almeno 5 minuti e poi mi chiede quale posizione voglio. La prima volta opto sempre per la tradizionale, ma prima di fiondarmi su di lei, la blocco ancora in ginocchio sul sedile e ritorno a palpeggiarla e leccarla; dai capezzoli scendo con la mia lingua sul fianco, sulla pancia per poi cercare il mio vero obiettivo, ma Alina capisce e mi ferma. Ok, niente daty, peccato.

Durante la mission è un susseguirsi di abbracci ed effusioni; la lecco e bacio sul collo cercando l'FK, ma anche qui mi fa intendere che non c'è trippa per gatti. Le sue negazioni però non sono dettate da gesti antipatici ma da sorrisi di circospezione, cosa che non fa cambiare il coinvolgimento instaurato con lei. Attenzione perchè ha un profumo delicato ma che si sente anche una volta arrivati a casa.
Con tutto quel ben di dio che ho tra le mani, cerco di durare il più possibile, tanto Alina pare non abbia fretta. La mia spruzzata sarà esplosa dopo almeno una ventina di minuti da quando l'ho caricata, quindi, state tranquilli che lei non bada al tempo.

Ci puliamo e rivestiamo chiacchierando e scherzando un po'.
Nel riportarla in ufficio, nella strada perpendicolare alla nostra, vedo passare lentamente un'astronave blu e, rallentando, mi scappa una parolaccia. Lei mi tranquillizza e mi consiglia di non fermarmi, altrimenti sarà peggio. Loro in effetti si stavano dirigendo dalla parte opposta di dove saremmo andati noi, quindi avevo il tempo di scaricarla senza essere beccato. Mi ha rassicurato che la prossima volta mi avrebbe portato in un posto più sicuro; vero, siamo andati altrove, ma dubito che sia un nascondiglio sconosciuto ai puffi.

Per quanto riguarda il secondo incontro è abbastanza ripetitivo, solo che, sapendo del massaggio col piede, sta volta mi sono fatto trovare già con l'uccello di fuori :D
In più ho solo chiesto altre info, scoprendo che non lavora a casa ma solo in hotel.
Lavora delle 20:00 alle 3:00 tutte le sere, tranne quando è indisposta e ha la libertà di scegliere in base alla sua voglia di uscire. Tariffe già elencate da Carnevale, anche se non ho chiesto per Rai2.

In entrambe le volte mi ha chiesto da dove venivo e alla seconda volta si è ricordata che glielo avevo già riferito.
Per i miei gusti è la femmina ideale in quanto a fisico, gambe in primis. Di viso è molto carina e gli occhiali la rendono simpa-sexy. E' la mia nuova droga, spero di non sperperare troppo ;)

P.S.: con tutto rispetto per la superlativa precisione di Carnevale, correggo un po' le coordinate che su gmaps mi dava la posizione un po' troppo verso la rotonda. Queste indicano proprio dove c'è la fermata dell'autobus: 45. 347 078, 9. 280 572

Nome: Alina
Età: dichiarata 25 (secondo me reale)
Nazione: Ucraina
Viso: 8
Occhi: verdi
Capelli: neri
Altezza: dichiarata 1,73 senza tacchi
Segni particolari: occhiali neri dalla montatura spessa
Fisico: 9,5
Culo: 8,5
Gambe: 10
Tette: 9
Igiene: 9 (attenzione, vi rimane addosso il suo profumo non intenso ma delicato)
Set pulizia: fazzoletti umidi e asciutti
Turno: notturno 20:00 – 3:00)
Servizio: BJ + RAI1
Rate: VU-20
Prestazione: 8,5
Social: 9,5 (molto simpatica e parla ottimo italiano)
Time: intorno ai 20 minuti abbondanti
Fretta: zero assoluto
Imbosco: il primo vicino, il secondo un po' più lontano, ma in zona è un terno al lotto in quanto a puffi
Coordinate: 45. 347 078, 9. 280 572
Autovelox: se arrivate da Binasco, tra andata e ritorno ne trovate tre.
Puffi: zona ad alto rischio

Buone ciulate a tutti.

C77


Offline cremasc

  • Newbie
  • Post: 20
  • Karma: +1/-0
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #10 il: 2016 Maggio 26, 22:30:51 pm »
so dove andare domani sera grazie

Offline TintoBrazzers

  • Supervisor
  • Sandokan
  • ****
  • Post: 1429
  • Karma: +133/-52
  • Meglio passare ai posteriori che ai posteri
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #11 il: 2016 Maggio 27, 04:52:15 am »
cunny77 - grazie per la testimonianza :)

Offline carnevale

  • Super Hero
  • *****
  • Post: 909
  • Karma: +560/-56
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #12 il: 2016 Maggio 27, 19:10:59 pm »
Carissimo Cunny, accolgo con un gioioso +89 il tuo brillante ritorno alla recensione


Anch'io ho fatto doppietta come lo stimato Carnevale, solo che io ci sono tornato solo dopo 2 sere.

Non mi sono fermato alla doppietta… ho raccontato solo due incontri per dare un’idea completa delle prestazioni. Posso aggiungere che lei è molto disponibile per quanto riguarda le prestazioni (ha addolcito e variato a richiesta il pompino) e le posizioni, anche all’esterno della macchina. Ciò che è notevole in Alina è che ha sempre un atteggiamento aperto, propositivo ed entusiasta. L’ultima volta mi ripeteva che la pecorina fuori dalla macchina è “bella”, si accertava se io l'avessi già provata e me la proponeva con convizione. Solo con l’anale ho continuato a fare troppa fatica per i miei gusti, ripiegando da ultimo nuovamente sul boccafiga.


bacio sul collo cercando l'FK, ma anche qui mi fa intendere che non c'è trippa per gatti.

Con me ha limonato solo al secondo incontro, a febbraio, ma si è fatta pagare di più. Alla mia domanda si è dapprima mostrata molto incerta, allora le ho offerto 10 euri in più rispetto ai 30, e ha accettato. Inutile dire che ci ha messo anche in questa pratica molta foga, in diverse riprese durante l’incontro. In seguito non le ho offerto più un supplemento ad hoc e Alina non l’ha più fatto spontaneamente, non so se abbia ripensato questa disponibilità o se non voglia farlo compreso nel pacchetto. Non ho indagato perché è un’effusione che mi interessa poco, erano anni che non lo facevo, volevo provare e mi è bastata una volta.


Occhi verdi e non azzurri, al secondo incontro le ho chiesto di togliere gli occhiali per visionare il colore.
Anche se il seno è bello consistente e a mio parere arriva almeno alla terza misura.
P.S.: con tutto rispetto per la superlativa precisione di Carnevale, correggo un po' le coordinate che su gmaps mi dava la posizione un po' troppo verso la rotonda. Queste indicano proprio dove c'è la fermata dell'autobus: 45. 347 078, 9. 280 572

Le coordinate di Cunny sono più corrette delle mie. Accolgo anche la verifica sul colore degli occhi, ci sarà forse da tarare la luce gialla del mio abitacolo o il gioco di parole poetico è stato troppo condizionante. Invece stimare il seno “almeno alla terza misura”, almeno (!?), mi pare eccessivo. Sottratto il trucco del reggiseno, quelle tette dal disegno fine ma morbide e che si perdono un po’ su quel corpo prestante per me non sono all’altezza delle vere terze più stagne e perfette che ho saggiato.
« Ultima modifica: 2016 Maggio 27, 19:14:50 pm da carnevale »

Offline drdave

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 152
  • Karma: +49/-7
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #13 il: 2016 Maggio 28, 12:08:14 pm »
Gente, con queste recensioni avete acceso un potente faro che finalmente potrà convincermi ad affrontare la navigazione delle procellose acque dei Mari del Sud Milano!
Grazie e +91 per cunny.
drdave

« Ultima modifica: 2016 Maggio 28, 12:10:23 pm da drdave »

Offline cunny77

  • Hero Member
  • ****
  • Post: 661
  • Karma: +135/-52
Re:ALINA, notturna, Carpiano: la professoressa lo fa tirare a tutta la classe
« Risposta #14 il: 2016 Maggio 28, 15:43:17 pm »
Grazie Carnevale. Nei giorni scorsi ho realizzato altre recensioni ma magari ti sono scappate ;) Sì, lo so, sparisco per un po' ma poi ritorno con del materiale, un po' come gli archeologi :D

Sei sempre avanti chilometri ;) Io mi sono fermato solo alla doppietta.
In effetti ora che ricordo la posizione esterna me l'ha accennata anche a me per la prossima volta, dovuto al fatto che lei è alta, dice che è più comoda.

Per l'FK, se non lo molla gratis non se ne fa nulla. L'ho sempre considerata una prestazione diversa dalle altre, se viene spontanea alle OTR perchè lo vogliono loro, perchè in quel momento si lasciano trasportare, allora ben venga, altrimenti nada.

Per il seno hai ragione, ci sono terze molto più belle e stagne, qui però forse bisogna considerare anche la stazza e quindi potrebbe arrivare a quella misura. Comunque basta chiedere a lei la prossima volta ;)

Caro drdave, dovere e piacere, anche se a volte mi dilungo forse troppo con le mie recensioni.
In quanto alla tua prossima missione in Binasca, fai attanzione anche agli altri potenti fari della zona, l'unica cosa negativa, per il resto qualcosa di buono si trova.

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110